Auto e Moto d’Epoca – 30 anni di cultura, fascino ed eleganza

Trentesima edizione del Salone internazionale di Auto e Moto d’Epoca, la più importante manifestazione fieristica del settore in Italia, con il più grandemercato mondiale di vetture d’epoca – in programma alla Fiera di Padova, dal 24 al 27 ottobre 2013 – si prepara a celebrare questi tre decenni di successi con una nuova chiave di lettura: la memoria, custodia del passato, progetto per il futuro. E’ un messaggio valoriale il filo conduttore della trentesima edizione di Auto e Moto d’Epoca che le grandi case automobilistiche hanno sposato per consolidare i “talenti” dei rispettivi marchi. Un messaggio su cui insiste da sempre Mario Carlo Baccaglini, organizzatore di Auto e Moto d’Epoca.

“Trent’anni e non sentirli, per Auto e Moto d’Epoca non è solo uno slogan. In questi tre decenni la fiera che organizziamo ha saputo conquistarsi un’identità ben definita e un successo internazionale indiscutibile – ha sottolineato il patron del Salone padovano – Quest’anno vogliamo superare il record della scorsa edizione che ha registrato 67mila visitatori e circa 1500 espositori distribuiti su una superficie di 90 metri quadrati. In tutto alla Fiera di Padova si sono viste qualcosa come 3.600 auto storiche. Alla base di questo successo c’è la passione del collezionista che vive in simbiosi con la propria auto tutto l’anno come un corpo unico, ama guidare la sua vettura piano, assaporarne gli odori, la conosce così bene che ogni piccola imperfezione ai suoi occhi diventa enorme. Credo che l’auto senza emozione e passione non possa esistere, e forse solo partendo dalla passione si può far ripartire il mercato dell’auto moderna”.

Dello stesso avviso Antonio Ghini del Museo Ferrari. “Vivi il sogno è il concetto attorno il quale il Museo Ferrari è stato creato. Crediamo che la passione per l’auto sia un’esperienza polisensoriale, da vivere con il tatto, l’udito, la vista e l’olfatto. A Padova questo sogno si realizza, anche per questo abbiamo deciso di portare ad Auto e Moto d’Epoca la mostra delle “supercar” Ferrari (attualmente è in corso al Museo Ferrari di Maranello) che ripercorrerà la storia delle Supercar, dalla GTO alla Enzo passando per la F40 e F50. Per l’occasione metteremo a disposizione anche un simulatore di guida professionale”.
Secondo Mauro Gentile, direttore Press Office Porsche Italia Spa, l’auto classica ha la capacità di comunicare perfettamente i valori di una casa automobilistica. “Anche per questo abbiamo scelto la rassegna padovana per concludere la lunga serie di eventi che abbiamo organizzato quest’anno insieme alla rete dei Centri Porsche, i club e le migliaia di tifosi appassionati del marchio di Stoccarda, per celebrare i 50 anni della 911. Verrà allestito uno spazio espositivo in collaborazione con I Registri Storici del Marchio che ripercorrerà le tappe degli eventi che, grazie al contributo di immagini e video girati dai protagonisti. Poi stiamo preparando una grande sorpresa che annunceremo a settembre”.

“La Mercedes-Benz Classe S sarà un’altra grande protagonista. “Dalla ‘Ponton’ degli anni ’50 del secolo scorso, alla serie 111/112 con la carrozzeria di sicurezza di Béla Barényis,
dalla prima ‘Classe S’ del 1972 all’ultima generazione attualmente in lancio: nell’area espositiva della Stella i visitatori potranno ammirare alcuni tra i modelli più significativi della storia dell’ammiraglia Mercedes” ha spiegato Marco Ruiz, responsabile eventi Mercedes-Benz Italia.

Infine, al salone di Padova non mancherà l’architetto Corrado Lopresto sempre a caccia di pezzi unici per arricchire la sua già straordinaria collezione. “Auto e Moto d’Epoca è la fiera più attesa dai collezionisti italiani ed europei – ha sottolineato Lopresto – Il patron Baccaglini ha saputo fare di Auto e Moto d’Epoca un brand conosciuto in tutto il mondo”.

Share Post:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn