Sport, Motori e Solidarietà: il resoconto e le foto!

E' stata proprio una bella giornata, quella svoltasi domenica 12 maggio a Sarmeola di Rubano. Persino il sole ha voluto affacciarsi dalle nuvole per ammirare le tante auto storiche che scintillavano nel parcheggio del Centro Commerciale "Le Bretelle", chiamate a raccolta dal RIVS, regalandoci così un giorno primaverile ideale per il 6° raduno "Sport, Motori e Solidarietà".

Fin dalle 9.30 di mattina, diverse auto si sono affollate intorno allo stand RIVS: ci sono state auto che hanno fatto la storia d'Italia, come le Fiat 500, Ritmo e 850, e le Alfa Romeo Spider, Giulietta e GT 2000. Tra le varie sorprese, anche l'auto storica dell'arma della Polizia, in prima fila tra le bellezze del passato. Poi Lancia, Bmw, Land Rover, e non mancavano un paio di moto, tra cui spiccava una Bsa M20 del '39 con tanto di sidecar! Elencarle qui sarebbe davvero riduttivo, per cui vi invitiamo a consultare le foto che trovate allegate, per avere un'idea della vera passione che da sempre anima i soci RIVS.

Dopo un'esposizione passata in allegria tra la curiosità dei passanti e gli sguardi degli intenditori, rifocillati da un buffet preparato dal Centro Commerciale, il gruppo è partito in sfilata alla volta di Selvazzano e Saccolongo, per regalare alle auto una passegiata immersi nella campagna padovana, e per rallegrare i centri abitati con gli sfavillanti colori laccati d'epoca. Una breve sosta all'Euromarket e di nuovo tutti in fila per tornare a Rubano, alla Sagra annuale che ormai è un ritrovo tradizionale per il Raduno RIVS. Qui, sul sagrato della chiesa, gli automobilisti hanno potuto sistemare i loro gioielli per la consegna dei premi, che come sempre il Registro non manca mai di consegnare ai suoi appassionati. A ricevere le targhe, dunque, sono stati il signor Mario Nocent e sua moglie Maria, accompagnati dalla Bsa M20 con il sidecar, come partecipanti più anziani - Nocent ha ben 90 anni! -, Michelangelo Poncina con la sua Alfa Romeo Giulietta Spider del 1961 per il premio Eleganza, e Francesco Benvegnù con la sua Berta 127 per il premio Regolarità RIVS. Infine, un premio è andato al gruppo più numeroso che non manca mai ai raduni RIVS, capitanato dal signor Gianpaolo Greggio.

Contenti e soddisfatti, sia gli organizzatori RIVS che i diversi partecipanti, hanno concluso la giornata con un pranzo nella Sagra di Sarmeola, da sempre sostenitrice del Registro nell'organizzazione di quest'evento, ormai diventato un appuntamento irrinunciabile per tutti gli appassionati del patavino. Come ogni anno, poi, il Raduno è stata anche un'occasione per raccogliere fondi a scopo benefico, che quest'anno sono andati alla Caritas di Selvazzano.

Un doveroso ringraziamento, dunque, a tutti i partecipanti che, con la loro presenza e il loro buonumore, sono la vera anima del RIVS e dei suoi raduni. Un'auto storica varrebbe la metà, senza l'amore e la passione che il proprietario le dedica ogni giorno. E noi del Registro siamo fieri di poter avere la possibilità di accompagnarvi in questo viaggio, chilometro dopo chilometro, fianco a fianco con le vostre bellezze d'epoca. Arrivederci al prossimo raduno!

Galleria Fotografica

Sono presenti altre 46 foto in questa galleria Visualizza tutte le foto
diventa
Socio del RIVS
prosegui
affilia
o crea unnuovo club
prosegui
partecipa
ad un raduno
prosegui

Not speaking italian?